16 Nov 2022

News

Parabrezza appannato: come risolvere il problema?

.

Eccolo, il nemico numero uno degli automobilisti non appena le temperature scendono: il parabrezza appannato! Con l’arrivo dell’inverno, immancabile, arriva anche lui a rendere difficile la guida, costretti a sbirciare ciò che accade fuori da un misero ritaglino di vetro rimasto – fortunatamente! – intatto. Ma è un problema insormontabile? Certo che no, scopriamo quali sono le cause e i possibili rimedi per liberarcene una volta per tutte.

Non solo fastidioso, ma anche pericoloso

Non fare finta di niente, lo sappiamo che anche tu fai parte di quella schiera di persone che passano gran parte del viaggio in auto a “spannare” con la manina il vetro dell’auto quel tanto che basta per vedere fuori. Vogliamo parlare poi del gelo artico o del caldo tropicale che continui a creare facendo andare aria fredda e aria calda nel tentativo – solitamente fallimentare – di porre rimedio al problema? Ed ecco che in men che non si dica ti sei preso un malanno. Diciamo insieme basta all’appannamento del parabrezza con alcuni consigli utili: ricordati che non solo è fastidioso, ma è anche molto pericoloso. Bisogna avere sempre una chiara visione di ciò che ci accade di fronte e avere il parabrezza perennemente appannato non è affatto sicuro né per te, né per gli altri. 

Perché si verifica l’appannamento del parabrezza

Per risolvere un problema prima di tutto bisogna capire cosa sia e perché accade. L’appannamento del parabrezza è uno degli spiacevoli fenomeni portati dal freddo, specie quando si è in tanti nella stessa auto. Ma perché succede? In questo caso il colpevole è il vapore acqueo contenuto nell’aria, della quale è componente fondamentale insieme alla parte “secca”. Il nostro nemico numero uno, in poche parole, è l’umidità:

  • è la capacità dell’aria di trattenere il vapore acqueo sotto forma gassosa
  • questa capacità diminuisce proporzionalmente al diminuire della temperatura
  • quando l’aria umida entra in contatto con una superficie fredda come quella del parabrezza, ecco che rilascia il vapore acqueo che non può trattenere
  • il vapore acqueo si condensa sotto forma di goccioline

Ed eccoci, così, di fronte al terribile appannamento del parabrezza.

Attenzione al climatizzatore scarico o malfunzionante

Insomma, che mai possiamo fare noi contro un fenomeno naturale? Non demordere, perché di armi ne abbiamo. Ad esempio possiamo eliminare i motivi per cui il parabrezza non si disappanna: abbiamo parlato prima di accendere il climatizzatore, cosa che non solo aiuta a ridurre l’umidità ma che è anche in grado di far sparire questo odioso avvenimento. Come dici, hai acceso il clima e non succede niente? Beh, forse potrebbe essere il momento di un bel check up del climatizzatore. Potrebbe essere necessario:

  • cambiare il filtro antipolline perché intasato
  • ricaricare il clima
  • se la tua auto lo prevede, sostituire la cartuccia disidratatore clima.

Se uno di questi fosse il problema potresti consumare carburante inutilmente, dato che non riuscirai mai a spannare il vetro. Non vorrai certo sprecare altro tempo e denaro? Allora corri a rivolgerti al centro autorizzato BestDrive più vicino a te per far controllare il sistema di aerazione, e in un batter d’occhio il parabrezza appannato non sarà più il tuo incubo.

Prevenire è meglio che curare

Per prevenire il problema è indispensabile mantenere la macchina asciutta e, per fare ciò, bisogna fare attenzione ai dettagli che possono sfuggirci. Cerca di non dimenticare di dare una controllatina alle guarnizioni delle portiere e del baule, che con il tempo si irrigidiscono lasciando un piccolo spazio da cui entra umidità. Per ripristinarne la tenuta, ti basterà un po' di olio di gomito: dovrai cospargere con un panno dei prodotti appositi per gomma e guarnizione a base di silicone o vaselina spray e… voilà, macchina di nuovo impermeabile.

Giunti alla fine dell’articolo ci auguriamo di averti dato dei buoni consigli per risolvere questo fastidioso problema. Nel caso non si riesca a uscirne, chiaramente ti suggeriamo di non lasciar correre: come già detto, rischi di mettere in pericolo te stesso e gli altri. Passa in un centro BestDrive per chiedere un parere ai nostri esperti e per trovare una soluzione!

Categorie

Condividi questo articolo